PAGINA IN COMPLETAMENTO

In ordine alfabetico i componenti della Giuria Seniores, che si riunirà il 23 settembre 2022 e sarà costituita da 15 tra docenti universitari e professionisti della comunicazione. Il presidente di questo Giuria sarà eletto in seno alla Giuria stessa all’atto della riunione.

Diana Aquila – In rappresentanza di Elmo & Montegrappa Spa – Head of Marketing di Montegrappa.
Dopo il diploma all’Istituto Marangoni di Milano in Fashion Styling, Diana ha intrapreso la carriera di Casting Director e successivamente di Fashion Stylist freelance nel panorama musicale e pubblicitario italiano. Negli anni si è specializzata in fotografia e visual design.
Oggi Diana si occupa di produrre e gestire gli strumenti della comunicazione visiva dell’azienda di famiglia: Montegrappa, leader nella produzione di strumenti da scrittura dal 1912, abbracciando tutti gli ambiti della comunicazione corporate.
A partire dal 2020, Diana ha creato un brand di gioielli slow-made completamente artigianali ed ecosostenibili, ideati e realizzati nel suo piccolo studio a Bassano del Grappa.

Valerio Bigano – Docente di Tecniche Grafiche Speciali all’Accademia di Belle Arti G. B. Cignaroli di Verona. Grafico pubblicitario.
Laureato in Arti e Scienze Grafiche al Politecnico di Torino, dal 1982 lavora come libero professionista nel campo della grafica pubblicitaria. Negli anni ha collaborato con aziende di primo piano del settore alimentare ed enologico, dell’editoria, della comunicazione, della grande distribuzione. Dal 2013 è docente di Tecniche Grafiche Speciali all’Accademia di Belle Arti “G. B. Cignaroli” di Verona.
Appassionato fin da giovane di collezionismo di liquori e di pubblicità d’epoca, negli ultimi anni ha coniugato sempre più la sua professione e i suoi interessi, specializzandosi nell’aspetto storico, pubblicitario e iconografico del settore degli spirits.
È autore di una ventina di libri, tra cui Grappa Spirito Italiano (2014), 1000 e una botte (2019), Il cioccolato e il suo passato (2020), Pasta. Il primo d’Italia (2021), Réclame in vetrina (2021). Ha curato monografie d’impresa, musei aziendali ed esposizioni di materiale storico e pubblicitario per diverse distillerie italiane.

Mariano Diotto – In rappresentanza dell’Istituto Universitario Salesiano IUSVE – Docente universitario ed esperto di neurobranding.
Mariano Diotto è brand strategist, neurobranding expert e docente universitario. Founder della Laurea Magistrale in Web marketing & Digital communication e della Laurea Triennale in Advertising & Marketing in IUSVE e Direttore del Dipartimento di Comunicazione IUSVE per 12 anni.
Da sempre è presente nel mondo social e ha coltivato la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, in televisione come autore, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università e tenendo numerose conferenze sul mondo web in Italia e all’estero.
È visiting professor in diverse università americane. Ha scritto numerosi libri scientifici e divulgativi e ha partecipato a ricerche internazionali con università statunitensi in ambito pubblicitario, creativo e di web marketing.
E’ curatore della collana di neuromarketing di Hoepli.
Pubblicazioni: Graphic & digital designer. Una professione proiettata nel futuro (2016) – Creatività e design della comunicazione. La figura dell’art director 3.0 (2017) – Web marketing manager & digital strategist. La bibbia delle nuove professioni web (2017) – Brand positioning. Applica le 15 Leggi di Diamante per diventare leader del tuo mercato (2018) – Il Codice della persuasione (curatela dell’edizione italiana 2019) – Neuromarketing: Gli strumenti e le tecniche di una strategia marketing efficace per creativi e marketer (2020) – Neurobranding. Il neuromarketing nell’advertising e nelle strategie di brand per i marketer (2020) – Manuale di neuromarketing (2021).

Biagio Longo. In rappresentanza di Ferpi – Giornalista e comunicatore d’impresa.
Giornalista milanese e Comunicatore d’impresa, con una lunga esperienza nell’informazione stampata e radio televisiva e, poi nella comunicazione aziendale.
Fondatore e Direttore con Piero Scaramucci, per quasi un decennio di Radio Popolare. Passato alla TV per cinque anni è stato Direttore della pioneristiica Telelombardia. Da dove trasferendosi a Roma ha preso parte con Enrico Mentana allo start-up del TG5 che proprio il 13 gennaio 2022 ha festeggiato il 30° con la foto qui acclusa.
Passato al mondo dell’energia, si è occupato di Comunicazione e Relazioni Esterne a Roma sia per l’Autorità dell’Energia Elettrica e il Gas, sia per la Federazione delle aziende Elettriche e del Gas, per la quale, unificandosi, ha creato il brand Federutility che poi (avendo inglobato anche le aziende ambientali) si è evoluta nell’attuale Utilitalia.
Per oltre vent’anni ha curato l’immagine dell’Azienda Elettrica Municipale di Milano. In questo ruolo è anche stato Direttore dell’house organ AEM OGGI e soprattutto della collana editoriale “Energia e Società”, per la quale ha ideato, curato e pubblicato i principali volumi monografici sulla storia dell’Azienda. Nel ruolo di Segretario Generale della Fondazione Aem ha ideato e realizzato tutte le attività di Celebrazione del Centenario dell’Azienda Municipale, con le numerose pubblicazioni e Monografie che ne hanno scandito l’intenso e straordinario programma.
Dal 2013 ha sviluppato progetti legati alla Comunicazione politica e alla diffusione di una Cultura civica nell’ambito dell’esperienza politica in Regione Lombardia di Umberto Ambrosoli, per il quale ha curato, come portavoce, la campagna elettorale e il lavoro di Consigliere regionale e di capogruppo del Patto Civico.
Tra le varie attività di comunicazione in corso sono da segnalare: la Direzione della testata “Servizi e Società”, rivista delle Utility di Confservizi Lombardia; consulente della Comunicazione dell’Associazione Milano Positiva.
Attualmente è Presidente di STRACOMM, Strategie di Comunicazione. È membro della FERPI, di cui è stato componente del Consiglio Direttivo e Tesoriere dal 2010 al 2019.

Andrea Pietro Faltracco. In rappresentanza del Gruppo Editoriale Athesis– Consigliere delegato di Neri Pozza Editore S.p.A.
Partendo da una solida e formativa esperienza in ambito di consulenza aziendale presso EY è passato alla supervisione dell’area Finance di una nota azienda di entertainment e accoglienza (Gardaland). Successivamente è passato alla direzione dell’area amministrativa del Gruppo Editoriale Athesis, storico editore di testate locali (cartacee/digital: L’Arena, Il Giornale di Vicenza e BresciaOggi e radiotelevisive: Telearena, Telemantova e Radio Verona). In questa importante e lunga esperienza professionale acquisisce ampie e approfondite conoscenze del mercato pubblicitario italiano relativo all’editoria periodica, cartacea e digitale, anche grazie al lavoro svolto presso la concessionaria pubblicitaria Publiadige.
Dal 2009 ha ricoperto prima l’incarico di direttore operativo della casa editrice Neri Pozza, diventandone poi, Consigliere Delegato. Sviluppa quindi profonda e pluriennale conoscenza del mercato librario italiano. Durante la sua gestione Neri Pozza è divenuta una delle più importanti case editrici di letteratura italiana, lanciando autori letterari sia italiani che stranieri; ha lanciato un nuovo imprint di tascabili (BEAT, Biblioteca Editori Associati Tascabili) ed un Premio letterario destinato ad opere inedite (Premio nazionale di letteratura Neri Pozza, quest’anno alla sua V edizione).

Maria Luisa Ferrari Professore Associato del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università degli Studi di Verona.
Svolge diversi insegnamenti nell’ambito della Storia economica. Componente di varie altre società scientifiche, è stata nominata membro effettivo dell’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona. 
È referente di Dipartimento per le attività di Terza Missione e Public Engagement.
Si occupa di storia economica e sociale tra età Moderna e Contemporanea e prevalentemente dei ceti dirigenti, della evoluzione della città, del commercio e del turismo. Tra le sue recenti pubblicazioni: “Quies inquieta”. Agricoltura e industria in una piazzaforte dell’impero asburgico, Milano, Francoangeli, 2012; “L’onorato sistema”. Vicende economiche di una famiglia nobile nel Veneto tra Sette e Ottocento, Verona, QuiEdit, 2012; Santa Marta. Past & Present, Verona e Sommacampagna (VR), Università di Verona e CIERRE edizioni, 2016, recentemente ha curato il volume Un territorio in crescita. Il Consorzio ZAI e lo sviluppo di Verona. 1948-2018, Verona, Consorzio Zai Interporto Quadrante Europa – Tipografia Milani, 2019. Ha pubblicato numerosi saggi e ha partecipato a vari convegni nazionali e internazionali in Italia e all’estero.

Primo FerrariIn rappresentanza di Museimpresa e di Fondazione ISEC Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea.
Laureato in Storia orientamento archivistico, collabora dal 1992 alle attività di catalogazione di fondi librari e di schedatura, ordinamento, inventariazione e valorizzazione dei fondi archivistici (politici, resistenziali, personali, d’impresa), conservati presso la Fondazione istituto per la storia dell’età contemporanea (ISEC) di Sesto San Giovanni, dove attualmente è responsabile dell’Archivio.
Collabora inoltre con l’Associazione Archivio del lavoro di Sesto San Giovanni e con archivi storici di imprese dell’area milanese (Bracco, Same, Cimbali).
È iscritto all’Associazione nazionale archivistica italiana ed è membro del Consiglio direttivo dell’Associazione Museimpresa di Milano, che vede tra i suoi associati i più importanti musei e archivi d’impresa italiani.

Valentina Martino (Ph.D.) – Professoressa associata di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi al Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma.
Dal 2001 svolge attività didattica e di ricerca in tema di comunicazione culturale e d’impresa, innovazione e comunicazione universitaria, consumi culturali.
Insegna Comunicazione organizzativa e di corporate ed è responsabile scientifico della BiblHuB Sapienza, biblioteca specialistica di cultura e letteratura d’impresa.
I suoi lavori sono pubblicati su volumi e riviste internazionali, tra le quali “American Behavioral Scientist”, “International Journal of Strategic Communication”, “Public Relations Review”. Fra i volumi più recenti: Tra le pagine del Made in Italy (con A. Bardelloni; Nuova Cultura, 2019); Dalle storie alla storia d’impresa. Memoria, comunicazione, heritage (Bonanno, 2013). Ha curato la prima traduzione ed edizione italiana delle opere di James E. Grunig nel volume Public (&) Relations. Teorie e pratiche delle relazioni pubbliche in un mondo che cambia (Franco Angeli, 2016).

Giovanna Maggioni – Presidente AudiOutdoor,
Nella sua ricca esperienza lavorativa Giovanna Maggioni ha affrontato i temi della comunicazione sotto diversi aspetti.
Nel corso di dieci anni trascorsi al gruppo editoriale Corriere della Sera – Rizzoli, Giovanna Maggioni ha maturato una profonda conoscenza del mondo editoriale, della pubblicità e della promozione ricoprendo ruoli e funzioni sempre più importanti.
Questa esperienza ha trovato il naturale sbocco in UPA, l’associazione delle aziende che investono in pubblicità, dove, per molti anni, è stata Direttore Generale portando l’associazione a essere sempre più operativa e in prima linea sia a livello di rapporti istituzionali che di supporto agli associati nel campo della comunicazione offline e online.
Giovanna Maggioni ha condiviso con molte aziende le sue conoscenze nel campo della pianificazione, delle ricerche, del supporto contrattuale.
Attualmente è presidente di Audioutdoor e siede nei consigli di amministrazione di Auditel, Audipress e Ads.
Da un anno si occupa anche di istituzioni con valenza sociale e culturale.
Siede nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione ICA per le arti contemporanee, nel consiglio direttivo dell’associazione Festival del Cinema Nuovo, cortometraggi con protagoniste persone con disabilità e nel consiglio di Europa Donna per la prevenzione del tumore al seno. Giovanna Maggioni è laureata in Scienze Statistiche all’Università Cattolica di Milano.

Massimo Medugno – In rappresentanza di Assocarta, della quale è Direttore Generale.
Avvocato, è stato a lungo responsabile dell’Area Ambiente, Sicurezza e Carte per Alimenti. Cura i rapporti con Istituzioni, Amministrazioni, Organizzazioni nazionali ed internazionali. Partecipa alle attività di CEPI (confederazione dell’industria cartaria europea), come componente dell’Assemblea dei Direttori (ADG) e  della Commissione Recycling e dei gruppi di lavoro “Legislation” e “Waste definition”. Componente della Commissione Sviluppo Sostenibile di Confindustria. Ha partecipato in rappresentanza del Ministero dell’ambiente italiano al TWG (Technical Working Group) per le migliori tecniche disponibili per il settore “Pulp & Paper. Componente del Gruppo Tecnico Ristretto presso l’Agenzia Nazionale per la Protezione Ambientale. Coordina le attività del Tavolo della Filiera della carta, stampa e editoria. Ha pubblicato diversi articoli in materia di ambiente, in particolare sulla tematica dei  rifiuti, degli imballaggi e sulla Direttiva IPPC.

Mauro Miglioranzi. In rappresentanza di UNA, Aziende della Comunicazione Unite – CEO e Direttore creativo esecutivo Coo’ee Italia.
Semplicità e sintesi lo contraddistinguono: basta guardarlo per capire che è un libro aperto. Dall’Italia all’Australia ha spalancato le porte alla creatività, libera dagli schemi e dagli eccessi.
Si mette in discussione ogni giorno, nel lavoro come nella vita.
E’ un creativo-imprenditore e un imprenditore-creativo.
Con passione ed entusiasmo segue una filosofia vincente, fatta di tre valori:
Professionale, Imprenditoriale, Umano (Modello PIU).
Il suo motto è: togliere, togliere, togliere.

Jonathan Morris – Professore ordinario di Storia Moderna e Contemporanea Europea presso University of Hertfordshire. E’ inoltre Vice President del Royal Historical Society, Direttore del reparto Heritage for Business dell’Heritage Hub of University of Hertfordshire in cui promuove collaborazioni tra mondo imprenditoriale e accademico per valorizzare l’eredità storica come valore aggiunto delle imprese.  
Inizia la carriera  come storico d’Italia con un lavoro sui piccoli negozianti di Milano di fine ottocento, per poi passare a studi sulla politica commerciale del dettaglio e alla storia dell’industria del caffé. Recentemente ha publicato Coffee: A Global History (Reaktion Press, 2019).  Nel 2021 ha collaborato alla realizzazione di History of Coffee podcast series la storia la storia di come un minuscolo seme psicoattivo abbia cambiato il mondo e modellato le nostre vite. Collabora con aziende del settore come Faema,  Nespresso ed la Speciality Coffee Association.

Chiara Pasetti – Communication Manager di Geico Taikisha Spa.
In attesa di foto  e presentazione

 

 

 

Raffaele Pastore – In rappresentanza di UPA Utenti Pubblicità Associati, di cui è Direttore Generale.
Raffaele Pastore, ha alle spalle una lunga carriera di ricercatore al Censis, uno dei più prestigiosi Istituti di ricerca del nostro Paese, nel quale dal 1995 al 2008 ha ricoperto la carica di Direttore di ricerca sulla Comunicazione e Responsabile delle Relazioni istituzionali.
Nel 2001 ha ideato e realizzato il Rapporto sulla Comunicazione in Italia e in Europa, finanziato da alcuni dei principali player del mercato della comunicazione, e tuttora pubblicato annualmente dal Censis.
Nel 2008 è entrato in UPA come Direttore Studi e Ricerche, e negli ultimi anni ha svolto i seguenti incarichi per l’Associazione: Coordinatore del Comitato Tecnico di Auditel, Consigliere in rappresentanza di UPA nei board di AudiWeb, AudiPress, ADS, AudiMovie, nell’Istituto di Autodisciplina pubblicitaria e nella Fondazione Pubblicità Progresso.
Il 1° settembre 2021 è stato nominato all’unanimità dal Consiglio Direttivo di UPA Direttore generale dell’Associazione.

Giorgio Tassotti – in rappresentanza AIMSC (Associazione Italiana Musei della Stampa e della Carta).
Stampatore ed editore in Bassano del Grappa, fonda nel 1957 le Grafiche Tassotti che tutt’ora conduce affiancato dalla figlia Nicole che rappresenta la continuità famigliare. Nei primi anni l’attività è tutta dedicata alla stampa pubblicitaria e commerciale proponendo un prodotto a ciclo completo dalla progettazione alla stampa. Già nel 1958 inizia una attività di ricerca sulla antica stamperia Remondini attiva in Bassano dal 1657 al 1861 considerata dagli storici del ‘700 la più grande stamperia editrice d’Europa; contava infatti mille dipendenti tra stamperia e tre cartiere e produceva stampe popolari, carta da parato, libri da risma che diffondeva in tutto il continente a mezzo i Tesini venditori ambulanti.
La continua e appassionata ricerca sulla Remondini coinvolge Tassotti al punto che nel 1980 pubblica il primo studio completo sulla antica stamperia realizzato da Mario Infelice e progressivamente dedica tutta la stamperia alla riproposta del prodotto remondiniano come stampe d’arte, carta decorativa, biglietti augurali, diari, libri d’arte, articoli di cartotecnica. Partecipando alle maggiori fiere del settore e anche on line, diffonde il prodotto in tutto il mondo diventando riferimento principale delle carte decorative. La Fondazione Symbola nel 2008 ha assegnato alla Tassotti il Premio “Carte 2008”a riconoscimento della “Eccellenza italiana”.
Giorgio Tassotti ha creato nel tempo la “Raccolta Remondini-Tassotti” con originali del ‘700 esposta in Carteria ; ha inoltre contribuito in modo significativo alla creazione del “Museo della Stampa Remondini” allestito dal Comune nel 2007 presso Palazzo Sturm.