Concessione di Patrocinio e uso del logo OMI
PREMESSA. Il presente regolamento stabilisce i criteri e le modalità per la concessione a carattere gratuito a soggetti terzi, pubblici o privati del patrocinio con l’autorizzazione all’utilizzo del logo OMI.
1 – Definizione 
a. Per patrocinio s’intende il riconoscimento, il sostegno, la promozione o la tutela riconosciuta da parte di OMI ad iniziative e manifestazioni organizzate da soci OMI o da soggetti terzi, ritenute meritevoli di apprezzamento per le loro finalità culturali, scientifiche, economiche, sociali e celebrative, con diretta attinenza agli scopi o finalità istituzionale di OMI.
b. Per iniziativa s’intende: un evento, un convegno, un congresso, un seminario, un corso, un’attività di formazione, una ricerca, un’indagine conoscitiva, una mostra, una rassegna, un concorso od un premio. Il patrocinio non è, in via ordinaria, attribuibile a manifestazioni o realtà permanenti, né a manifestazioni e celebrazioni politiche, religiose, sindacali o militari, né a pubblicazioni in genere.
c. La concessione del patrocinio e l’autorizzazione all’utilizzo del logo non possono essere a carattere oneroso per OMI.
d. Il patrocinio e l’autorizzazione all’utilizzo del logo possono essere concessi ad una singola iniziativa, non si estendono ad altre iniziative analoghe o affini, né possono essere accordati in via permanente o utilizzati a fini certificativi o per altri effetti giuridici.
2 – Beneficiari
Il patrocinio come sopra definito e l’autorizzazione all’utilizzo del logo sono concessi ad associazioni, fondazioni, comitati, imprese e organizzazioni in genere, oltre che a singole persone che in forza di un loro rilievo istituzionale, scientifico, economico, culturale o di notorietà posseduta, diano garanzia di correttezza e validità dell’iniziativa.
3  – Presentazione delle domande
a. Le domande devono essere presentate compilando ed inviando tramite e-mail i moduli sottostanti (Allegato A – Modulo di domanda | Allegato B – Informativa sulla privacy). Il Consiglio Direttivo si riserva di dare, in qualunque caso, risposta entro e non oltre 30 gg dalla ricezione della domanda. Inviare i moduli a segreteria@monografieimpresa.it .
b. L’istanza del richiedente deve contenere l’accettazione espressa ed integrale del presente regolamento. Inoltre dovrà riportare l’impegno, pena la revoca del patrocinio, a comunicare ogni eventuale successiva variazione riguardante il programma e la manifestazione stessa (in via esemplificativa, ma non esaustiva: date, luoghi, partnership, regolamento).
c. Non saranno esaminate richieste compilate in modo inesatto e/o incompleto.
4 – Concessione del patrocinio
a. La decisione di concessione del patrocinio è a insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo OMI.
b. La concessione del patrocinio non comporta per OMI né l’erogazione di contributi, né alcuna partecipazione alle spese organizzative della manifestazione od iniziativa.
c. OMI concederà sempre a titolo gratuito il suo patrocinio, fatti salvi i casi che saranno valutati di volta in volta dal Consiglio Direttivo OMI, in cui tale patrocinio venga richiesto per attività che abbiano la caratteristica, per il richiedente, di un ritorno di carattere economico e/o commerciale. In questi casi potrebbe essere richiesta da OMI una erogazione liberale.
d. La concessione del patrocinio non può intendersi tacitamente rinnovata.
e. Il Consiglio Direttivo si riserva di dare, in qualunque caso, risposta entro 30 gg dalla ricezione della domanda.
5 – Obblighi dei patrocinati e utilizzo del logo
a. L’iniziativa che ottiene il patrocinio di OMI conferisce ai patrocinati il diritto di farne menzione solo dopo che ne abbiano ricevuto comunicazione ufficiale da parte di OMI stessa.
b. I soggetti beneficiari sono tenuti a far risaltare in tutte le forme di pubblicizzazione (inviti, locandine, manifesti, comunicati stampa, interviste, contenuti web e multimediali, ecc.) che l’iniziativa è realizzata con il patrocinio di OMI.
c. I promotori s’impegnano a prevedere la partecipazione di rappresentanti OMI nell’ambito dell’evento e a citare OMI nell’indirizzo di saluto, nella documentazione stampa, ecc.
d. I promotori si impegnano a rispettare le modalità di utilizzo del logo secondo le linee guida indicate nella lettera che verrà allegata alla concessione del patrocinio.
e. Il logo OMI, utilizzando il formato vettoriale ufficiale, deve essere apposto sul materiale indicato al comma precedente in adeguata evidenza e comunque con pari rilievo rispetto ad altri eventuali emblemi o loghi di soggetti patrocinatori dell’iniziativa.
6 – Controversie
a. Al fine di tutelare la propria immagine, OMI può recedere dalla concessione del patrocinio qualora venga riscontrato il mancato rispetto delle condizioni indicate nel presente regolamento e nel provvedimento di concessione.
b. Per ogni azione derivante da uso improprio o illegittimo del nome, dell’acronimo o del logo di OMI, ed in seguito al mancato riscontro ad un primo richiamo formale OMI promuoverà un tentativo di conciliazione nel rispetto dei dettami europei, dal D.lgs.28/2010 e successivo decreto attuativo (DM 18/10/2010 del Ministero di Giustizia). In caso di eventuale fallimento di tale tentativo extragiudiziale sarà competente il Foro di Verona.

Redazione di prefazioni o altre collaborazioni redazionali da parte di OMI
a
. OMI, per mano di propri soci può, su richiesta, collaborare a pubblicazioni di terzi con la redazione di prefazioni o testi.
Condizioni indispensabili sono:
– la preventiva lettura integrale ed approvazione dell’Osservatorio dei contenuti e della forma della pubblicazione in oggetto;
– la supervisione ed approvazione della bozza definitiva dell’opera in oggetto prima della sua pubblicazione.
b. La disponibilità alla redazione sopra descritta non comporta per OMI l’erogazione di contributi ad alcun titolo.
c. OMI concederà sempre a titolo gratuito la sua collaborazione, fatti salvi i casi che saranno valutati di volta in volta dal Consiglio Direttivo OMI, in cui tale collaborazione venga richiesta per pubblicazioni che abbiano la caratteristica, per il richiedente, di un ritorno di carattere economico e/o commerciale. In questi casi potrebbe essere richiesta da OMI una erogazione liberale.
d. La concessione della collaborazione è subordinata alla compilazione ed invio dei moduli sottostanti (Allegato A – Modulo di domanda | Allegato B – informativa sulla privacy). Il Consiglio Direttivo si riserva di dare in qualunque caso risposta entro 30 gg dalla ricezione della domanda. Inviare i moduli a segreteria@monografieimpresa.it
Controversie derivanti da collaborazioni redazionali
a. Al fine di tutelare la propria immagine, OMI può recedere dal proprio impegno in merito dalla qualora riscontri il mancato rispetto delle condizioni citate al punto a.
b. Per ogni azione derivante da uso improprio o illegittimo dei contributi redazionali o illecito utilizzo del marchio o del nome OMI,  in seguito al mancato riscontro ad un primo richiamo formale OMI promuoverà un tentativo di conciliazione nel rispetto dei dettami europei, dal D.lgs.28/2010 e successivo decreto attuativo (DM 18/10/2010 del Ministero di Giustizia). In caso di eventuale fallimento di tale tentativo extragiudiziale sarà competente il Foro di Verona.