3° Premio assoluto all’edizione 2018 del Premio OMI – Alla Miglior Monografia Istituzionale d’Impresa

Numero:  V018
Azienda:  VELUX Italia spa
Provincia:  Verona
website:  https://www.velux.it/
Categoria di appartenenza:  Edilizia, Architettura e Urbanistica – Prodotti, Macchinari e utensili – Produzione/Commercializzazione
Titolo Completo:  40 anni di noi
Marchio protagonista dell’Opera:  VELUX Italia
Anno di pubblicazione:  2017
Lingua/e:  italiano
Numero di pagine:  143
Art Director/Responsabile Editoriale/Curatore: Coordinamento: Simonetta Scarmagnan – VELUX Italia
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  Elena Ziletti, graphic art director
Copywriter, Redattore:  Maria Cristina Caccia, giornalista e storywriter
Ricerca storica e/o fotografica:  Simonetta Scarmagnan – VELUX Italia
Fotografo/i:  N.D.
Illustratore:  N.D.
Prestampa/Elaborazione Immagini:  Intergrafica Verona
Stamperia:  Intergrafica Verona
Formato (base x altezza) in cm.:  24 x 29
Tipo di Confezione:  Bodoniana
Descrizione della copertina:  In cartoncino operato/speciale stampato con tecnica mista, senza alette
Sovraccoperta:  NO
Astuccio, custodia o cofanetto:  SI
Carta per le pagine interne:  Carta naturale o uso mano
Piattaforma creativa:  La prima monografia d’impresa di VELUX Italia s.p.a. nasce in occasione del 40° anniversario dalla fondazione. Il titolo stesso la evoca: “40 ANNI DI NOI, 1977-2017”. Mentre è copiosa la pubblicazione di testi sul fondatore di origine danese del Gruppo VELUX e sulla storia del Gruppo di cui VELUX Italia fa parte, scarna era la documentazione relativamente alle vicende italiane della società, che sul finire degli anni ’70 lanciò ed iniziò a commercializzare un prodotto completamente sconosciuto fino a quel momento in Italia: la finestra per tetti VELUX. L’idea dalla monografia scaturisce da un incontro dell’assistente di direzione di VELUX Italia con Maria Cristina Caccia, in occasione di un laboratorio di storytelling. L’idea diviene progetto creativo e, opportunamente supportato dalla direzione, nella persona del Dott. Massimo Buccilli, a capo dell’azienda dal 1992, il progetto viene accolto con grande entusiasmo. Inizia così il lavoro di interviste, stesura, rilettura e approvazione dei testi sapientemente elaborati da Maria Cristina Caccia sulla base dei racconti dei dipendenti storici dell’azienda, nonché del primo direttore della società, il Sig. Osvaldo del Fabbro. I dipendenti di VELUX Italia ricevono in occasione della Cena aziendale di Natale del 2017 uno splendido volume, in cui ripercorrono con non poca emozione la storia, i valori, gli avvenimenti cruciali e i cambiamenti intercorsi nei primi 40 anni di attività della società, una preziosa memoria storica sia a livello umano che di successo di impresa commerciale veronese a livello nazionale.
Descrizione dei contenuti:  L’opera accompagna il lettore attraverso un viaggio; un viaggio scandagliato da tappe che rappresentano le fasi che ha attraversato la società nei suoi primi 40 anni. La prima non può che affondare le radici nella storia del fondatore danese e nell’invenzione dalla quale ha avuto origine tutto: la tappa è denominata ingegno e si svolge in terra danese nel periodo 1941-1964. Segue la fase di espansione e crescita a livello internazionale del Gruppo VELUX denominata esplorazione, periodo:1965-1976. Nella terza, denominata sfida, fa capolino VELUX Italia: dapprima con le vicende dei primi dipendenti nella storica sede di San Giovanni Lupatoto e poi con quelle che seguono al trasferimento nella caratteristica sede a forma di Piramide a Colognola ai Colli, 1977-1991. La quarta tappa è invece quella dello sviluppo, centrata sullo sviluppo prodotti e i concetti di risparmio energetico e confort abitativo di una realtà in grande espansione, sono gli anni dal 1992 al 2007. Nella sesta e ultima, invece, denominata evoluzione, dal 2008 al 2017, si aprono invece scenari e sfide sempre più moderne e tecnologiche a servizio dell’utente finale. Il volume si apre con i ringraziamenti del figlio del fondatore del Gruppo, Lars Kann-Rasmussen e si chiude con quelli dell’amministratore delegato, Massimo Buccilli. 
Descrizione formale della monografia: Pestigioso volume rivestito in tessuto bianco, il cui candore é valorizzato dal dorso rosso vivo, dalla stampa a secco del titolo e dall’astuccio in cartone rosso. Impreziosiscono le suggestive narrazioni e i testi le foto d’epoca e un moderno stile grafico, curato da Elena Ziletti, che coniuga la memoria storica col richiamo alla spinta continua rivolta dall’azienda e da tutti i suoi componenti in avanti, verso la continua innovazione e miglioramento.
Luogo di conservazione: Archivio OMI Verona e Sapienza/Coris Archivio OMI Roma