Codice
C068
Azienda
Costruzioni Bellè srl
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Verona
Regione
VENETO
Settore Merceologico
Edilizia, Architettura e Urbanistica - Consulenza/Costruzione/Servizi
Marchio protagonista dell'opera
Costruzioni Bellè
Titolo completo dell'opera
1935-2015 Ottant'anni di Impresa
Anno di pubblicazione
2015
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
Grafiche Aurora srl
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
Damiano Bellè, Guido Bellè, Raffaello Bassotto
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
Damiano Bellè, Guido Bellè, Raffaello Bassotto
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
Raffaello Bassotto
Fotografo/i
Archivio Bassotto
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
nd
Stampa
Grafiche Aurora srl
Numero di pagine
208
Formato cm (b x h)
21x28
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Carta patinata o cartoncino mono/bipatinato stampato con tecnica mista e plastificato, con alette
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata opaca
Piattaforma creativa
Ottant'anni di storia produttiva ininterrotta, un fil rouge di operosità che non si è mai spezzato nonostante il mutare dei tempi e delle esigenze, le fluttuazioni del mercato, la perenne necessità di far fronte a nuove realtà e sfide. Siamo orgogliosi del traguardo raggiunto e di ciò va dato merito alla vocazione e determinazione di chi ci ha preceduto, ai dipendenti di ieri e di oggi che hanno lavorato per lo sviluppo della nostra impresa e delle nostre famiglie. C'è un legame forte tra la nostra azienda e il territorio veronese, che in tutti questi anni ha condiviso e riconosciuto il nostro percorso imprenditoriale. Questo libro è quindi anche un segno di riconoscenza. Abbiamo voluto celebrare l'anniversario integrando il libro dei settant'anni con i lavori più rappresentativi degli ultimi 10 anni di attività, mantenendo intatto il lavoro e i testi che nostro padre segui con passione e con la preziosa collaborazione artistica di Raffaello Bassotto.
Descrizione dei contenuti
Nel 1935 in piena perturbazione sociale e politica, un muratore dipendente da poco diplomato capomastro nei corsi serali, decide di iniziare in proprio l'attività di impresa edile. Cesare Guido Bellè classe 1904, inizia cosi la sua carriera di imprenditore con tutto il coraggio necessario per intraprendere una strada in salita, forte solo delle sue capacità manuali, di mente e di grande socialità. Tra difficoltà e la ripercussione delle vicende belliche sull'attività, il titolare prosegue con costanza ampliando il numero delle maestranze e trasformando l'impresa individuale in società famigliare. Nel 1956 in azienda entra il figlio Nazareno neo diplomato geometra che solo dopo 8 anni di attività lavorativa sotto la guida sapiente del padre, sarà in grado di assumere la titolarità dell'impresa nel segno della continuità e verso risultati ancora migliori. La capacità tecnica, l'amore e la passione ereditata dal padre, viene trasmessa dal geometra Nazareno ai due figli Guido e Damiano impegnati nell'impresa con compiti ben distinti e coordinati nella direzione tecnica e contrattuale-amministrativa.
Descrizione formale
Volume di media dimensione, semplice ma d'impatto. A raccontare l'impegno di tre generazioni nel restituire alla bellezza parte del patrimonio cittadino, le foto di Raffaello Bassotto, che conferiscono valore alla monografia, realizzata per i 70 anni dell'impresa, aggiornata negli eventi e nella grafica, arricchita di immagini ed editata in 700 copie. Tra i contributi, quello di Giuseppe Manni, presidente di Gruppo Manni Hp, che firma un ricordo intimo dell'amico Nazareno Bellè, imprenditore di seconda generazione (nato nel 1935, anno in cui il padre Cesare Guido fondò l'azienda) e scomparso nel 2011. «Camminiamo sulla storia, mi diceva», rievoca Manni, «facendomi notare pezzetti di marmi diversi e irriconoscibili ai non addetti ai lavori, cementati nel marciapiede di casa e la sua soddisfazione era evidente nel condividere». «Il volume è un efficace esempio di guida agli edifici di pregio architettonico del territorio scaligero», testimonia Giuseppe Riello, presidente della Camera di commercio, autore della prefazione.
Luogo di conservazione
Archivio OMI