Classificato finalista all’edizione 2018 del Premio OMI – Alla Miglior Monografia Istituzionale d’Impresa

Codice Numero:  U017            
Azienda:  Università degli Studi di Padova            
Provincia:  Padova            
website:  http://www.ortobotanicopd.it/            
Categoria di appartenenza:  Istruzione, Educazione, Formazione – Servizi/Istituzioni            
Titolo Completo:  Hortus Mirabilis            
Marchio protagonista dell’Opera:  Orto botanico di Padova            
Anno di pubblicazione:  2017            
Lingua/e:  italiano / inglese            
Numero di pagine:  200            
Art Director/Responsabile Editoriale/Curatore: Pamela Ferlin e Francesca Leoneschi            
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  Ergo Sum Agency            
Copywriter, Redattore:  Pamela Ferlin            
Ricerca storica e/o fotografica:  Università degli Studi di Padova            
Fotografo/i:  Michele Simionato            
Illustratore:  Barbara Gualandris            
Prestampa/Elaborazione Immagini:  Michele Simionato            
Stamperia:  Errestampa Srl            
Formato (base x altezza) in cm.:  20 x 28            
Tipo di Confezione:  Brossura con cucitura a filo refe            
Descrizione della copertina:  Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo
Sovraccoperta:  NO            
Astuccio, custodia o cofanetto:  NO            
Carta per le pagine interne:  Carta Patinata opaca          
Piattaforma creativa:  Nel 2014 sono state inaugurate le nuove serre della Biodiversità all’Orto botanico di Padova, il più antico di Europa, fonadato nel 1545. E’ nata quindi l’esigenza di pubblicare una monografia che illustrasse sia la storia della parte antica dell’Orto che la parte innovativa dei nuovi spazi, per permettere ai visitatori di conoscere la complessità e la ricchezza del progetto nel suo insieme.            
Descrizione dei contenuti:  Il libro si apre con la storia dell’orto dei semplici, per passare alla descrizione del Giardino della biodiversità. Segue un approfondimento attorno ai percorsi che nell’orto il visitatore può seguire, arricchito dalla descrizione storica e architettonica del contesto territoriale nel quale il topos è ubicato. Una sezione particolare viene dedicata alla conservazione e allo studio che negli spazi museali l’orto botanico cura dalla sua fondazione, accogliendo importanti collezioni e una straordinaria biblioteca. Chiude il volume un utile dizionario ragionato di botanica che soddisfa curiosità e bisogni del lettore. Oltre a essere corredato di un ricco corpus fotografico che raffigura l’orto nella storia e nelle stagioni, il libro è arricchito da pillole storiche sulla vita e l’opera dei personaggi che hanno contribuito alla storia dell’Orto botanico. Alla fine del volume, è stato realizzato un colouring tratto dalle fotografie originali che si trovano all’interno del volume.            
Descrizione formale della monografia: Volume elegante e pregiato, con un’impaginazione molto accurata. Oltre alla parte prettamente di presentazione del progetto, dall’antichità al suo attuale proiettarsi nel futuro in un’ottica di salvaguardia di n patrimonio collettivo, la monografia regala anche piccole chicche di utile consultazione.            
Luogo di conservazione: Archivio OMI