Numero:  U011
Azienda:  UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione
Sede principale (Provincia):  Milano
website:  http://www.uni.com/
Settore:  No Profit: Associazioni, Onlus, Patronati, Fondazioni culturali, solidali ecc, non di categoria
Marchio protagonista:  UNI
Titolo Completo:  Le regole del gioco
Anno di pubblicazione:  2013
Lingua/e:  italiano
Numero di pagine:  170
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: n.d.
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  UNI
Copywriter/Redattore:  UNI
Ricerca storica e/o fotografica:  n.d.
Fotografo/i:  n.d.
Illustratore:  n.d.
Prestampa/Elaborazione Immagini:  UNI
Stamperia:  UNI
Formato:  17×24
Tipo di Confezione:  Brossura fresata
Descrizione della copertina:  In cartoncino operato stampato in offset
Sovraccoperta:  NO
Astuccio, custodia o cofanetto:  NO
Carta utilizzata (pagine interne):  Carta naturale o uso mano
Piattaforma creativa:  “L’opera senza regole è il più faticoso e difficile mestiere di questo mondo.” La monografia di UNI si apre con questa frase di Alessandro Manzoni, la quale è in grado di darci un primo assaggio del grande valore che l’ente dà alle regole. Le norme ci servono per regolare il nostro agire, ci aiutano a vivere meglio. Questo libro vuole presentare la normazione e i suoi valori affinché diventino patrimonio comune della società.
Descrizione dei contenuti:  La monografia fin da subito mette in primo piano la norma, spiegandone il valore e l’utilizzo nel nostro sistema sociale. Essa poi viene analizzata nella sua evoluzione storica fino ad arrivare a parlare di UNI e della funzione svolta dagli enti di normazione. Si tratta principalmente di testo scritto, segue un’appendice di documenti storici che vengono riportati come testimonianze.
Descrizione formale della Monografia:  La monografia è un volume di piccole dimensioni, tutto in carta naturale. Il design è molto semplice e lineare caratterizzato da una grafica sui toni del blu e da una piccola fotografia in copertina raffigurante l’asta del saltatore, metafora della norma tecnica.
Luogo di conservazione:  Archivio OMI Verona e Sapienza/CoRiS Archivio OMI Roma