Codice
O003
Azienda
Ortolani-Cofri Cooperative Riunite scrl
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Bologna
Regione
EMILIA-ROMAGNA
Settore Merceologico
Alimentari - Produzione/Distribuzione
Marchio protagonista dell'opera
Cooperativa Ortolani Imola
Titolo completo dell'opera
Cento Anni di vita produttiva della Cooperativa Ortolani di Imola
Anno di pubblicazione
1993
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
nd
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
nd
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
Cooperativa Ortolani Imola
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
Foto Gasparri Imola, Collezione privata Gian Franco Fontana, Collezione privata Carlo Parenti
Fotografo/i
nd
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
nd
Stampa
Grafiche Galeati Imola
Numero di pagine
168
Formato cm (b x h)
20,5x29,5
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovraccoperta
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata opaca
Piattaforma creativa
Il movimento cooperativo a Imola comincia negli ultimi trent'anni del XIX secolo. Nacque ufficialmente nel 1896 e questo volume ne festeggia il centenario (1893-1993). Oltre a questo la cooperativa effettua un excursus temporale raccontando, descrivendo e facendo rivivere al lettore i momenti salienti della storia della società imolese.
Descrizione dei contenuti
Il 25 giugno del 1893 trentasette ortolani imolesi, alla presenza del notaio Luigi Alvisi, si riunirono nella residenza della Società, orto Borghetto in comune presso la parrocchia cittadina e costituirono la "Società Cooperativa fra gli ortolani di Imola. In seguito al consiglio d'amministrazione Luigi Bolognesi risultò essere il primo presidente della coop romagnola, il cui scopo era "l'esclusiva vendita ed esportazione dei prodotti che i soci ricavavano dai singoli orti condotti in affitto o a mezzadria"; la destinazione di tali prodotti riguardava infatti alcune delle più importanti piazze dell'alta Italia e anche all'estero. Successivamente vi furono battute d'arresto e momenti di crisi dettati e causati da eventualità esterne: durante il secondo conflitto mondiale i campi che circondano il centro urbano romagnolo furono devastati e la produzione degli anni seguenti crollò; dopo la liberazione nonostante la società dovesse fare i conti con una situazione di ripartenza difficilissima vi fu il ripristino dei servizi essenziali e il riavvio delle attività delle colture ortofrutticole procedette dopo un pò senza particolari problemi.
Descrizione formale
Il libro è di medie dimensioni, la copertina in tessuto è avvolta da sovraccoperta sulla quale è raffigurata un'opera dell'artista romagnolo Anacleto Margotti, "Imballaggio di fragoloni". Lo sfondo è verde scuro, quasi a voler recuperare quel tratto rustico di vita rurale richiamando alla mente il colore più frequente delle piante, il verde appunto. All'interno la parte narrativa è accompagnata da foto d'epoca dei vari membri del consiglio d'amministrazione, i presidenti ma non solo; numerosi anche gli scorci paesaggistici della campagna imolese e la voglia di mantener viva la tradizione e lo spirito del territorio sono espressi efficacemente attraverso la suggestività di queste immagini.
Luogo di conservazione
Archivio OMI