Codice
M049
Azienda
Moto Club Bologna A&J Ruggeri
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Bologna
Regione
EMILIA-ROMAGNA
Settore Merceologico
Sport e Tempo Libero - Organizzazione/Strutture/Servizi
Marchio protagonista dell'opera
Moto Club Ruggeri
Titolo completo dell'opera
100 anni del Motoclub Ruggeri Bologna. Un secolo a tutto gas
Anno di pubblicazione
2011
Codice ISBN o ISSN:
9788873813804
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico
Alessandro Battara
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
Roberto Mugavero
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
Giuliano Musi
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
nd
Fotografo/i
nd
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
Minerva soluzioni editoriali srl
Stampa
Minerva soluzioni editoriali srl
Numero di pagine
192
Formato cm (b x h)
16,6x23,8
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Carta patinata o cartoncino mono/bipatinato stampato con tecnica mista e plastificato, con alette
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata opaca
Piattaforma creativa
In una città come Bologna, in cui i marchi delle due ruote sono molteplici, a rendere la passione per questo settore ancora più forte, è stato proprio il Moto Club Bologna. Allo scopo di celebrare cento anni di aggregazione, questo scritto ne vuole raccontare la storia, i valori e gli obbiettivi raggiunti con orgoglio e fatica.
Descrizione dei contenuti
Raccontandolo attraverso motociclismo, la monografia si dedica ai più importanti avvenimenti e personaggi, ai piloti e campioni delle scuderie più vincenti legate al Moto Club. A fine volume è presente un inserto dedicato ai cento anni di moto visti attraverso gli occhi dell'illustratore "Matitaccia".
Descrizione formale
Il volume è di piccole dimensioni con una copertina dalla grafica accattivante con alette. All'interno l'impaginazione è lineare, caratterizzata dal logo della Moto Club che sovrasta ogni pagina. Testo e fotografie sono in bianco e nero, fatta eccezione per l'inserto finale a cura di "Matitaccia".
Luogo di conservazione
Archivio OMI