Partecipante all’edizione 2018 del Premio OMI – Alla Miglior Monografia Istituzionale d’Impresa

Numero:  F056
Azienda:  Federlegno Arredo Eventi spa
Provincia:  Milano
website:  http://www.salonemilano.cn/en/
Categoria di appartenenza:  Fiere e Congressi – Organizzazione/Strutture/Servizi
Titolo Completo:  Milano Shanghai 2016
Marchio protagonista dell’Opera:  Salone del Mobile. Milano Shanghai
Anno di pubblicazione:  2016
Lingua/e:  Italiano e cinese
Numero di pagine:  236
Art Director/Responsabile Editoriale/Curatore: Lorenzo Marini
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  Lorenzo Marini Group
Copywriter, Redattore:  Enrico Leonardo Fagone
Ricerca storica e/o fotografica:  N.D.
Fotografo/i:  Franco Fontana, Ferdinando Scianna, Mario La Fortezza et al.
Illustratore:  Chen Li (per la calligrafia)
Prestampa/Elaborazione Immagini:  N.D.
Stamperia:  N.D.
Formato (base x altezza) in cm.:  25 x 33
Tipo di Confezione:  Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina:  Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovracoperta
Sovraccoperta:  SI
Astuccio, custodia o cofanetto:  NO
Carta per le pagine interne:  Carta Patinata lucida
Piattaforma creativa:  Il volume “Milano. Shanghai 2016” è stato pubblicato in occasione della prima edizione del “Salone del Mobile. Milano Shanghai”, evento che ripropone in Cina il format dello storico Salone meneghino. In linea con lo scopo della rassegna – presentare al mercato asiatico l’eccellenza dell’arredo-casa Made in Italy – la monografia intende proporre un viaggio ideale attraverso il Belpaese, esaltandone gli aspetti umani, culturali e artistici più affascinanti. Si tratta di un percorso principalmente visivo, affidato a immagini ricche di suggestione, capaci di cogliere in uno scatto l’essenza di ciò che di Bello e Buono è offerto dal nostro paese. Testi bilingui (in italiano e cinese) completano l’apparato iconografico, raccontando con agilità ma senza facili semplificazioni la cultura italiana, colta nelle sue numerose e variegate sfaccettature. I due codici estetici e di scrittura sono costantemente affiancati e posti in confronto idealmente speculare (anche a livello tipografico e illustrativo), a sottolineare l’incontro/scambio tra le culture italiana e cinese: confronto che è principio fondante e ispiratore del “Salone del Mobile. Milano Shanghai”.
Descrizione dei contenuti:  Il volume si apre con un breve apparato introduttivo, che illustra i valori e le finalità condivisi tanto dal “Salone del Mobile. Milano Shanghai” che dalla monografia stessa. L’accento è posto sui temi dell’integrazione e della contaminazione culturale quali fonti di sviluppo, innovazione e bellezza. La prefazione firmata da Carlo Calenda, allora Ministro dello Sviluppo Economico, ribadisce il valore culturale ed economico del Made in Italy sui mercati esteri, e l’importanza, in termini di sviluppo, della cooperazione tra Italia e Cina, di cui la rassegna di Shanghai è un felice risultato. Il successivo intervento, dell’allora presidente di Federlegno Roberto Snaidero, ripercorre brevemente la storia del Salone del Mobile dalla sua fondazione all’approdo in Cina, sottolineando nuovamente la necessità del dialogo col mercato orientale. Il resto del volume entra nel vivo del “percorso” attraverso il Belpaese, ed è suddiviso in 9 capitoli dedicati ad altrettante eccellenze italiane: Architettura, Paesaggio, Arte, Gente, Cibo, Stile di Vita, Fare, Disegno, Icone.
Descrizione formale della monografia: Molto curata l’impaginazione che, con una sapiente scelta di colori e di rapporti tra spazi pieni e vuoti, evocazioni grafiche cinesi  di grande modernità e finiture cartotecniche di pregio, crea un prodotto editoriale di sicuro effetto. 
Luogo di conservazione: Archivio OMI Verona e Sapienza/Coris Archivio OMI Roma