Codice
C071
Azienda
Consorzio Agrario Provinciale di Perugia
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Perugia
Regione
UMBRIA
Settore Merceologico
Associazione di Categoria, Sindacati e Ordini Professionali - Servizi
Marchio protagonista dell'opera
Consorzio Agrario provinciale di Gubbio
Titolo completo dell'opera
Storia del Consorzio Agrario di Gubbio (1901-2013)
Anno di pubblicazione
2013
Codice ISBN o ISSN:
9788889797365
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
Venerucci Federico Comunicazione
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
Maria Vittoria Ambrogi
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
Maria Vittoria Ambrogi, Giambaldo Belardi, Giancarlo Sollevanti
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
Giambaldo Belardi, Archivio Comune di Gubbio, Biblioteca Comunale Sperellina di Gubbio, Consorzio Agrario Provinciale di Gubbio
Fotografo/i
Belardi Orietta, AA. VV.
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
Venerucci Federico Comunicazione
Stampa
Tipografia Petruzzi
Numero di pagine
324
Formato cm (b x h)
16.8x23.8
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Cartoncino operato/speciale stampato con tecnica mista, con alette
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta naturale o uso mano
Piattaforma creativa
Il Consorzio affronta le sfide di oggi e del prossimo futuro con alle spalle una storia gloriosa. Nato nel 1901 ha sostenuto, grazie all'impegno di agrari illuminati, il settore agricolo migliorandolo, innovandolo e valorizzandolo.
Descrizione dei contenuti
La monografia racconta la storia del Consorzio Agrario Provinciale di Gubbio dispiegandosi attraverso diverse fasi: i primi 20 anni dell'Agenzia, il periodo tra le due Guerre e infine il secondo dopoguerra. Segue un breve capitolo dedicato alle feste e alle tradizioni legate al mondo agricolo.
Descrizione formale
Il volume è di medie dimensioni con una copertina di cartoncino grigio di carta marcata, avvolta da una sovraccoperta di semplice carta naturale color avorio. A parte alcuni dettagli verdi della sovraccoperta l'intera monografia è in bianco e nero. All'interno troviamo un'impaginazione semplice che punta a valorizzare il testo posizionando le immagini agli angoli delle pagine cosi da non spezzare il ritmo della lettura.
Luogo di conservazione
Archivio OMI