Numero:  B056
Azienda:  Banco BPM spa
Sede principale (Provincia):  Verona
website:  www.bancobpmspa.com
Settore:  Finanza – Organizzazione/Gestione/Servizi
Marchio protagonista:  Banco Popolare di Verona
Titolo Completo:  Il banchiere innamorato. La straordinaria vita di Giorgio Zanotto tra la “sua” famiglia, la sua Verona, la “sua” banca
Anno di pubblicazione:  2011
Lingua/e:  Italiano
Numero di pagine:  256
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: Cesare de Michelis
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  Marsilio Editori spa
Copywriter/Redattore:  n.d.
Ricerca storica e/o fotografica:  Lucio Bussi
Fotografo/i:  n.d.
Illustratore:  n.d.
Prestampa/Elaborazione Immagini:  n.d.
Stamperia:  La grafica e stampa editrice s.r.l
Formato:  13.5×20.5 cm
Tipo di Confezione:  Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina:  Carta patinata o cartoncino mono/bipatinato stampato con tecnica mista, con alette
Sovraccoperta:  NO
Astuccio, custodia o cofanetto:  NO
Carta utilizzata (pagine interne):  Carta Patinata lucida
Piattaforma creativa:  La monografia evidenzia la vita di Giorgio Zanotto tramite le radici e la svolta a livello lavorativo sempre nella sua amata Verona. Banchiere di professione e presidente della Banca Popolare di Verona si racconta in quella che oltre essere una monografia è anche una biografia con racconti personali della sua giovinezza.
Descrizione dei contenuti:  L’opera racconta la storia dell’uomo Giorgio Zanotto il quale diventò presidente della banca popolare di Verona e sindaco della stessa città. Ne scaturisce un’immagine di un uomo religioso cattolico rigoroso e dedito alla famiglia che è riuscito a costruire la “sua” banca nella “sua” Verona.
Descrizione formale della Monografia:  La monografia si presenta con una bella immagine sulla copertina su uno sfondo bianco e lucido. E’ diviso in 5 parte all’interno dei quali troviamo i capitoli che raccontano la storia del protagonista. Il volume si presenta con immagini sono a metà opera su carta opaca rigorosamente bianca con immagini in bianco e nero.
Luogo di conservazione:  Archivio OMI Verona