Numero: B039              
Azienda: Banca Popolare di Milano              
Sede principale (Provincia): Milano              
website: www.bpm.it              
Settore: Finanza – Organizzazione/Gestione/Servizi              
Marchio protagonista: Banca Popolare di Milano              
Titolo Completo: La Banca dei Milanesi- Storia della Banca Popolare di Milano              
Anno di pubblicazione: 2005              
Lingua/e: Italiano              
Numero di pagine: 448              
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: Marzio Achille Romani              
Agenzia/Studio Grafico/Editore: Gius. Laterza & Figli Spa              
Copywriter/Redattore: N.D.              
Ricerca storica e/o fotografica: N.D.              
Fotografo/i: N.D.              
Illustratore: N.D.              
Prestampa/Elaborazione Immagini: N.D.              
Stamperia: Litografia Zucchini – Bologna              
Formato: 21×28              
Tipo di Confezione: Brossura con cucitura a filo refe              
Descrizione della copertina: Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovraccoperta
Sovraccoperta: SI              
Astuccio, custodia o cofanetto: NO              
Carta utilizzata (pagine interne): Carta Patinata opaca            
Piattaforma creativa: La monografia è stata creata con l’intento di raccontare gli sviluppi dell’istituto di credito milanese. La Banca nasce in un contesto storico difficile, correvano gli anni della formazione dello Stato nazionale in un momento in cui l’economia italiana accusava un grave ritardo rispetto ad altri paesi dell’Europa Occidentale.              
Descrizione dei contenuti: Nel 1865, in una calda giornata d’agosto un’assemblea di trecentocinquanta cittadini di ogni ceto sociale davano vita ad una banca popolare che rifacendosi al modello belga e tedesco fosse in grado di assicurare ai soci i mezzi necessari per combattere “a fianco dei ricchi nell’arena pacifica delle lotte industriali” l’anima dell’iniziativa in questione. Questo l’incipit iniziale, un’esordio che vede nascere questa piccola realtà andata ampliandosi col tempo, la quale ha dovuto affrontare nei primi tempi varie difficoltà, dalla difficile condizione di partenza economica generale ai nodi da sciogliere in consiglio di amministrazione con l’adesione in seguito di un numero sempre crescente di soci. Nel resto del volume sono raccontate le modalità di accesso al credito da parte delle aziende, la situazione economica a livello locale, le misure attuate nei periodi di crisi e lo sviluppo della banca dagli albori ad oggi.              
Descrizione formale della Monografia: La monografia appare come un grosso volume molto simile nelle dimensioni ad un’enciclopedia. In sopraccoperta appare una splendida immagine della cupola-velario della sede centrale della banca in Piazza Meda, realizzata nel 1931 dall’architetto Giovanni Greppi. Al suo interno risulta poco illustrata, la parte narrata costituisce un buon 90% su tutto il resto. La copertina cartonata è rivestita di un tessuto molto particolare, il tutto a rendere il libro molto compatto e resistente.              
Luogo di conservazione: Archivio OMI