Codice
A032
Azienda
Azienda Trasporti Funicolari Malcesine/Monte Baldo
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Verona
Regione
VENETO
Settore Merceologico
Trasporti e logistica - Servizi
Marchio protagonista dell'opera
La funivia Malcesine-Monte Baldo
Titolo completo dell'opera
La funivia Malcesine Monte Baldo
Anno di pubblicazione
2012
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
Scripta, Verona
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
nd
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
nd
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
nd
Fotografo/i
nd
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
nd
Stampa
Grafiche Ferrigato snc, Nogara
Numero di pagine
136
Formato cm (b x h)
22x28,5
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovraccoperta
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata lucida
Piattaforma creativa
La monografia è stata realizzata in occasione del Cinquantesimo anniversario della Funivia Malcesine-Monte Baldo sul Lago di Garda, e del Decimo anniversario del nuovo impianto. E' un'opera di ingegneria che permette a tutti, senza alcun limite per chi ha problemi motori, di raggiungere in pochi minuti la vetta di un monte che offre panorami incantevoli. Questo impianto storico contribuisce a sostenere l'economia, promuovere il turismo e a tutelare l'ambiente di una delle più belle aree del Paese, rendendo il Veneto fiero, per la modernità, l'efficienza, l'armonia con l'ambiente delle sue strutture.
Descrizione dei contenuti
La funivia, aperta nel 1962 ed inaugurata dal Presidente della Repubblica Antonio Segni, è stata completamente ricostruita e reinaugurata nel 2002 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con un balzo di 1700 metri, collega il Garda alle cime del Baldo. E' stata ideata dal primo sindaco di Malcesine, il Gen. Alberto Pariani. Egli, durante la prima Guerra Mondiale, aveva potuto ammirare, dai campi di battaglia sul Baldo, gli stupendi panorami. Negli anni '50 del 900, all'alba della nuova gestione turistica che si profila per tutto il Garda, Pariani intuisce la spinta allo sviluppo che avrebbe potuto dare una funivia fra il lago e la sommità¡ del monte. Notevole è stato nel corso degli anni il contributo che la struttura ha arrecato al nostro paese in termini di promozione, valorizzazione e visibilità.
Descrizione formale
Il volume si presenta di medie dimensioni. La copertina è in tessuto di colore blu con, al centro, il marchio protagonista dell'opera è in color oro. E' presente una sovraccoperta: nella parte anteriore si trova una foto che raffigura la funivia che ha come sfondo il lago; nella parte posteriore è visibile la medaglia per la funivia.
Luogo di conservazione
Archivio OMI