Codice
A135
Azienda
Azienda Agricola La Scolca sssa
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Pisa
Regione
TOSCANA
Sito Internet
Settore Merceologico
Vini, Distillati e altre Bevande Alcoliche - Produzione/Distribuzione
Marchio protagonista dell'opera
Azienda Agricola La Scolca sssa
Titolo completo dell'opera
La Scolca - guardare lontano
Anno di pubblicazione
2009
Codice ISBN o ISSN:
9788864030135
Lingua/e
Italiano
Editore
Carlo Cambi Editore di Tap Grafiche spa
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
Laura De Biasio
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
Marco Biotti
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
Andrea Zenfi
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
nd
Fotografo/i
Giò Martorana
Illustratore/i
nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
Tap Grafiche srl
Stampa
Tap Grafiche srl
Numero di pagine
96
Formato cm (b x h)
22 x 25
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Cartonata, rivestita in carta stampata e plastificata
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata opaca
Piattaforma creativa
Il volume è stato voluto come atto celebrativo per i novant'anni di produzione festeggiati dall'azienda nel 2009. Il libro ha la finalità di voler elogiare i vini prodotti dall'azienda agricola e la famiglia che ha reso possibile tutto questo.
Descrizione dei contenuti
Il volume sembra una commistione tra un diario di vita e un romanzo, perchè racconta la storia di una protagonista - Chiara Soldati, che assieme a suo padre dirige l'azienda oggi - e del suo viaggio simbolico. In questo è sempre ricordato il rapporto con le origini, appunto della protagonista e in particolare del suo legame con ''La Solca''. Si narra di un viaggio in treno che porta fino a Parigi e insieme alla storia di Chiara emerge anche la storia del vino della sua azienda e sono numerosi i riferimenti ad un parente illustri: lo scrittore saggista Mario Soldati. Il libro è stato pubblicato sia in italiano che in inglese.
Descrizione formale
Il volume è di medie dimensioni, molto elegante e non tanto corposo. In prima di copertina emerge, su una sfondo nero, la foglia di una vite, che richiama proprio il vino prodotto dall'azienda. Il volume è ricco di immagini, fotografie e compaiono anche delle riproduzione di alcune lettere che Chiara Soldati ha ricevuto da alcune persone a lei care. L'apparato testuale è molto ridotto e di tipo narrativo/romanzato.
Luogo di conservazione
Archivio OMI