Numero A004
Azienda Aurora srl
Settore Articoli per la scrittura – Produzione/Distribuzione
Sede (provincia) Torino
Titolo Penna, inchiostro e calamaio. Gli strumenti per la scrittura e la loro storia
Anno di pubblicazione 2008
Formato cm (b x h) 17,5 x 24,8
N° pagine 159
Confezione Brossura cucita filo refe
Lingua Italiano, inglese
Agenzia/Studio grafico/Editore Umberto Allemandi & C.- Agenzia Carlo Nepote (videoimpaginazione)
Art director Lina Ocarino
Fotografo Archivi di: Ministero per i beni e le attività culturali, Sopraintendenza per i beni archeologici del Piemonte e del museo di antichità egizie di Torino, Fondazione museo di antichità egizie di Torino, Archivio storico Aurora penne, Archivio storico Aurea Signa, Fondazione palazzo Bricherasio, Archivio storico della città de Torino, Archivio di stato di Torino. Giacomo Lovera, Milena Magnasco, Angelo Carlone, Tommaso Mattina
Illustratore nd
Copywriter/autore Daniela Magnetti, Lorenzo Mariano Gallo, Elvira D’Amicone, Giovanni Bergamini, Filippo M. Gambari, Maria Cristina Preacco, Gabriello  Pantò, Francesco Ascoli, Cesare Verona, Erica Young
Fotolito Fotomec
Stamperia Cast
Tipo di carta per gli interni Patinata lucida
Materiale per copertina Cartone rivestito con carta marcata
Sovracoperta si
Versione online  
Descrizione contenuto L’opera racconta la storia della scrittura, dalle origini fino ai giorni nostri passando attraverso le tappe fondamentali del suo processo di sviluppo; da quando nasce la stilografica, il racconto si sofferma in particolare su questo strumento, del quale Aurora Penne rappresenta la prima fabbrica italiana. La narrazione culmina infatti con un breve saggio del presidente di Aurora, Cesare Verona, che mostra un’analisi della stilografica a attraverso la prospettiva dell’azienda.
Descrizione forma La monografia si presenta in formato libro, con un’elegante sovracoperta che raffigura le tre tappe fondamentali della storia degli strumenti di scrittura, riportando l’immagine di un calamo, una piuma d’oca e una stilografica che tracciano insieme una linea temporale. L’interno è ricco di immagini di immagini; le ultime pagine sono dedicate alla produzione Aurora.
Luogo di conservazione Archivio OMI Verona