Codice
A064
Azienda
Associazione Amici Parco Nord
Sede principale (Provincia/Città Met.)
Milano
Regione
LOMBARDIA
Settore Merceologico
No Profit: Associazioni, Onlus, Patronati, Fondazioni Culturali, Solidali, Enti di Culto, non di categoria
Marchio protagonista dell'opera
Associazione Amici Parco Nord
Titolo completo dell'opera
Grazie Amici: il parco raccontato dall'Associazione Amici Parco Nord
Anno di pubblicazione
nd
Lingua/e
Italiano
Editore
nd
Agenzia/Studio Grafico/Graphic Designer
Wise
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore
Lucia Giorgianni
Copywriter, Autore/i, Redattore/i
ND
Archivi, ricerca storica e/o iconografica
ND
Fotografo/i
Marco Calesini
Illustratore/i
Nd
Elaborazione Immagini, Prestampa
ND
Stampa
ND
Numero di pagine
176
Formato cm (b x h)
15.00x21.00
Tipo di Confezione/Rilegatura
Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina
Cartoncino operato/speciale stampato con tecnica mista, con alette
Astuccio, custodia o cofanetto
No
Carta utilizzata (pagine interne)
Carta Patinata opaca
Piattaforma creativa
Grazie Amici è un'autobiografia dell'Associazione Amici Parco Nord raccontata direttamente dal presidente dell'associazione e da altri personaggi. Non c'è un evento particolare collegato a questa lettura ma un sogno, come viene definito, di trasformare una parte dismessa della periferia di Milano in un parco verde e accessibile a tutti i cittadini.
Descrizione dei contenuti
In questa autobiografia emerge la voglia da parte di persone comune di fare grande la propria città. Come racconta il presidente dell'associazione amici Parco Nord il progetto inizia negli anni 60 non senza ostacoli e difficoltà causa burocrazia; ma negli anni 90 il progetto è in fase di sviluppo e piano piano prende forma insieme all'auto di chi come Arturo Calaminici ha a cuore la propria città. Una monografia questa ben sviluppata e strutturata che offre un insegnamento per tutti i cittadini che vogliono fare grande il proprio paese partendo da un sogno.
Descrizione formale
La copertina della monografia si presenta con un'immagine del parco a rappresentare quello che andremo a leggere all'interno; è suddivisa in capitoli ben strutturati e a circa metà dell'autobiografia troviamo le immagini che raccontano lo sviluppo del progetto.
Luogo di conservazione
Archivio OMI