Numero:  A066
Azienda:  Arti Grafiche Boccia spa
Sede principale (Provincia):  Salerno
website:  artigraficheboccia.it
Settore:  Arti Grafiche – Produzione/Servizi
Marchio protagonista:  Arti Grafiche Boccia
Titolo Completo:  Arti Grafiche Boccia: un’impresa italiana all’avanguardia
Anno di pubblicazione:  2015
Lingua/e:  Italiano
Numero di pagine:  100
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: Valerio Castronovo
Agenzia/Studio Grafico/Editore:  ND
Copywriter/Redattore:  Valerio Castronovo
Ricerca storica e/o fotografica:  ND
Fotografo/i:  ND
Illustratore:  ND
Prestampa/Elaborazione Immagini:  ND
Stamperia:  SEDIT
Formato (base x altezza) cm:  17,5ox25,00
Tipo di Confezione:  Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina:  Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovracoperta
Sovraccoperta:  SI
Astuccio, custodia o cofanetto:  NO
Carta utilizzata (pagine interne):  Carta Patinata lucida
Piattaforma creativa:  La monografia illustra come dall’iniziativa di un semplice artigiano Orazio Boccia, le arti grafiche Boccia si siano sviluppate in un’azienda di spicco nell’ambito della tipografia italiana. Situata a Salerno fine anni 60, quando viene fondata l’azienda Boccia che insieme ai suoi due figli porta avanti. sottilizza cosi il made in Itali e l’eleganza e la capacità di chi come lui è nato artigiano per poi diventare un maestro delle arti grafiche.
Descrizione dei contenuti:  L’opera contiene tutta la storia delle Arti Grafiche Boccia dalla vita privata come l’entrata nel 1945 in un orfanotrofio fino alla condivisione dei propri sogni con i suoi due figli. questo che ne scaturisce è una nuova strategia all’insegna della “fabbrica eccellente” che può vantare di un modello coerente e sistematico e ben organizzato.
Descrizione formale della Monografia: la monografi así presenta con un’immagine per copertina per enfatizzare l’elemento pricpale ovvero le arti grafiche. Suddiviso in capitoli si presenta di medie dimensioni ben strutturato e all’interno dell’opera sono inserite varie fotografie sia in bianco e nero (i primi tempi della tipografia) sia a colori con il protagonista Orazio Boccia nominato cavaliere del lavoro dal presidente delle repubblica Giorgio Napolitano nel 2008.
Luogo di conservazione:  Archivio OMI Verona