web analytics

Iscriviti alla Newsletter dell’Osservatorio

Ricevi gratuitamente la Newsletter dell'Osservatorio

banner

Consorzio della Moda

Un filo che ci unisce. Decimo Anniversario dalla fondazione del Consorzio della Moda

Consorzio della Moda 2017-08-17T17:08:58+00:00

Dettagli

Sito dell’Azienda:

Consorzio della Moda
Numero: C049
Azienda: Consorzio della Moda
Sede principale (Provincia): Verona
website: http://www.veronamoda.it/
Settore: Associazione di Categoria – Servizi
Marchio protagonista: Consorzio della Moda
Titolo Completo: Un filo che ci unisce. Decimo Anniversario dalla fondazione del Consorzio della Moda
Anno di pubblicazione: 2010
Lingua/e: Italiano, inglese
Numero di pagine: 18
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: Anna Caprara, Noah-Brand Energy
Agenzia/Studio Grafico/Editore: Omar Ruggeri
Copywriter/Redattore: N.D.
Ricerca storica e/o fotografica: N.D.
Fotografo/i: Stefano Saccomani
Illustratore: N.D.
Prestampa/Elaborazione Immagini: Color Editing
Stamperia: Grafiche Siz
Formato: 27×30,5cm
Tipo di Confezione: Cucitura punto Singer
Descrizione della copertina: Cartonata, rivestita in carta stampata plastificata con riserve lucide
Sovraccoperta: NO
Astuccio, custodia o cofanetto: NO
Carta utilizzata (pagine interne): Carta naturale o uso mano
Piattaforma creativa: La Monografia nasce per celebrare i 10 anni del Consorzio della Moda, libera associazione tra imprenditori del comparto dell’abbigliamento.
Descrizione dei contenuti: L’opera presenta il Consorzio, i suoi protagonisti e le sue attività. In particolare, l’attività istituzionale, d’internazionalizzazione, a servizio dei soci, culturale e di formazione sono raccontate attraverso una selezione di fotografie con le relative didascalie.
Descrizione formale della Monografia: Il volume è racchiuso da una fascetta in carta pergamenata. La copertina cartonata è legata al blocco libro mediante un solo foglio di guardia posteriore. Quello che dovrebbe essere l’anteriore funge invece da frontespizio. L’impostazione grafica è dinamica e riprende, in alcuni dettagli, il colore dorato della copertina.
Luogo di conservazione: Archivio OMI