web analytics

Iscriviti alla Newsletter dell’Osservatorio

Ricevi gratuitamente la Newsletter dell'Osservatorio

banner

Cartiere Burgo s.p.a.

La Cartiera di Toscolano 1906-2006 Dalla tradizione produttiva locale all'internazionalizzazione dei mercati

Cartiere Burgo s.p.a. 2017-08-17T17:47:07+00:00

Dettagli

Sito dell’Azienda:

Cartiere Burgo s.p.a.
Numero: C060
Azienda: Cartiere Burgo s.p.a.
Sede principale (Provincia): BS
website: http://www.burgogroup.it
Settore: Carta e Derivati – Produzione/Distribuzione
Marchio protagonista: Burgo
Titolo Completo: La Cartiera di Toscolano 1906-2006 Dalla tradizione produttiva locale all’internazionalizzazione dei mercati
Anno di pubblicazione: 2007
Lingua/e: Italiano
Numero di pagine: 144
ArtDirector/Responsabile Editoriale/Curatore: N. D.
Agenzia/Studio Grafico/Editore: Grafo
Copywriter/Redattore: C. Simoni
Ricerca storica e/o fotografica: Archivio Cartiera di Toscolano
Fotografo/i: E. Bogna, L. Olmo, M. Pini
Illustratore: N. D.
Prestampa/Elaborazione Immagini: Burgo Group
Stamperia: Staged
Formato: 22,5 x 31
Tipo di Confezione: Brossura con cucitura a filo refe
Descrizione della copertina: Cartonata, rivestita in tessuto o in carta operata con stampa serigrafica o a caldo e sovracoperta
Sovraccoperta: SI
Astuccio, custodia o cofanetto: NO
Carta utilizzata (pagine interne): Carta Patinata lucida
Piattaforma creativa: Il centesimo anniversario dalla nascita dell’azienda è lo stimolo per la pubblicazione di questa monografia, che intende celebrare la natura tradizionale e i valori dell’impresa.
Descrizione dei contenuti: La monografia è suddivisa in macrocapitoli ognuno riguardante diversi aspetti della storia dell’impresa: dalle origini al legame col territorio; dal trattamento della materia prima ai lavori artistici dove la carta è protagonista.
Descrizione formale della Monografia: Volume di medie dimensioni dove si nota l’attenzione rivolta anche alla forma esteriore, vista la natura stessa dell’azienda. Catturano lo sguardo l’impaginazione e l’impostazione grafica, arricchita da numerose illustrazioni e riproduzioni di opere d’arte moderna.
Luogo di conservazione: Archivio OMI